Clicca per votare agriturismievacanze.it







Cosa facciamo con l'estate agli sgoccioli?

Pubblicato il: 15/08/0710, è stato letto 0 volte


Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282
"L'estate sta finendo..." cantavano i Righeira.
Siamo arrivati a questo punto dell'anno. L'estate è agli sgoccioli.
Con buona gioia di chi non sopporta il caldo e la malinconia della stragrande maggioranza.
Però ancora non è finita e ci sono parecchie soluzioni in canna per chi se la vuole godere fino all'ultimo.

Il progressivo abbassarsi delle temperature rende questo periodo uno dei migliori per concedersi del meritato relax e dare sfogo alla propria curiosità. Infatti, questa transizione dal periodo caldo a quello più fresco propone sempre un gran quantità di occasioni!
Dai concerti en plein air al cinema sotto le stelle, dalle gite fuori porta alle escursioni, senza dimenticare la buona gastronomia offerta dalle numerose sagre ancora in corso (vedi www.saporiesagre.it) e la caratteristica birra gelata, sinonimo della parola estate.

Per quanto riguarda il cinema all'aperto, si ha tempo fino alla seconda metà di settembre, quando la maggior parte delle rassegne cinematografiche chiuderà i battenti, dopodiché saluteremo il cinema d'autore fino alla...

LEGGI TUTTO



Giugno. Stessa spiaggia, stesso mare? Meglio l'agriturismo!

Pubblicato il: 08/06/2015, è stato letto 0 volte


Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282
Giugno.
Ci si avvia verso la fine della dolce stagione, abbracciando l'incombente estate.
Con l'avvento dei primi caldi diventa sempre più difficile resistere al richiamo delle fresche e dolci acque del mare, che notoriamente incide nella scelta delle mete vacanziere.
Negli ultimi anni, però, è emersa preponderante la tendenza di optare sempre più per le vacanze in agriturismo. Questo trend è in voga soprattutto tra le famiglie e i gruppi di amici non più giovanissimi ed è frutto di molteplici fattori.
Innanzitutto l'agriturismo è la meta ideale per chi veramente ha bisogno di rilassarsi dopo un periodo di intenso lavoro, per le rinomate caratteristiche di tranquillità che caratterizzano questo tipo di struttura ricettiva. Altro punto a favore è il contatto con la natura e l'aria aperta, con la possibilità di diverse attività ricreative, che convincono sempre più genitori a far trascorrere ai propri figli un periodo lontani dal caos e dallo smog cittadino. Inoltre, ultima ma non ultima, la buona cucina. È noto, infatti, che gli amanti della buona tavola identificano nell'agriturismo un'ottima cucina tipica e della sana genuinità,...

LEGGI TUTTO



Due giugno. Festa della Repubblica Italiana.

Pubblicato il: 25/05/2015, è stato letto 1996 volte


Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282
Il 2 giugno si celebra la Festa della Repubblica Italiana.
Il 2 e il 3 giugno del 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani, in seguito alla caduta del fascismo, scelsero di far diventare l'Italia una Repubblica costituzionale, abolendo la monarchia dopo 85 anni.

La Festa della Repubblica è una giornata di iniziative e cerimonie ufficiali, le quali hanno subito un forte ridimensionamento dovuto al difficile momento socio-economico che il paese sta attraversando.
Dal 1948, in via dei Fori Imperiali, a Roma, si tiene una sfilata militare in onore della Repubblica che prevede la deposizione di una corona d'alloro al Milite Ignoto presso l'Altare della Patria.
Uno dei momenti più attesi della parata è quello dell'esibizione delle Frecce Tricolori. Dieci aerei che, costituendo la pattuglia acrobatica più numerosa al mondo, volteggiano nell’aria effettuando uno spettacolo molto suggestivo che ha il suo culmine con la formazione del tricolore della bandiera italiana realizzato con la loro scia.
I festeggiamenti proseguono nel pomeriggio, sempre a Roma, con l'apertura al pubblico dei giardini del...

LEGGI TUTTO



Primavera, la stagione del colore

Pubblicato il: 13/05/2015, è stato letto 1984 volte


Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282
L’inverno è finito ormai da tempo e nonostante questo vi sentite ancora un po' fiacchi?
Pensate che in India, per destarsi dal torpore invernale e dai conseguenti acciacchi, all'inizio della primavera si spalmano i colori sulla faccia.
Proprio così.
Uno dei più antichi rituali indù, l'Holi, e anche uno dei più attesi, prevede l'accensione di falò, nella sera della prima luna piena primaverile, per allontanare gli spiriti e celebrare la vittoria del Bene sul Male. Il termine Holi significa, infatti, "brucia" e lo spirito del male viene simbolicamente bruciato.
Il giorno seguente, la popolazione si ammassa nelle strade per eseguire il rito culminante e più conosciuto dell’Holi: il lancio di acqua e polveri colorate. Persone di ogni casta, sesso e età si innaffiano con acqua colorata, ottenuta con polveri particolari. E così dipinti, girano per le strade cantando, ballando e continuando a lanciarsi addosso polverine colorate.
Un rimedio originale contro i malanni di stagione e gli acciacchi invernali.
Questo rito quindi, chiamato popolarmente "Festival dei colori", oltre ai significati...

LEGGI TUTTO



Nov 27



Tag:
capodanno
2014



Curiosità sul capodanno 2014

Pubblicato il: 27/11/2014, è stato letto 2410 volte


Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/agriturismievaca/public_html/core/helper/stringhelper.php on line 282
Siamo prossimi al capodanno, siete pronti a pronunciare la famosa frase: "Buon Anno?" è l’augurio ci scambiamo tutti per festeggiare la fine dell'anno vecchio e l'arrivo del nuovo, ma cosa c'è dietro al capodanno?

IL CAPODANNO NELL’ANTICHITA’

Le celebrazioni per festeggiare il capodanno sono tra le ricorrenze più antiche del mondo. Le più antiche testimonianze vengono addirittura dall'antica Babilonia di circa 4.000 anni fa.

Circa nel 2.000 a.C., il capodanno babilonese corrispondeva alla prima luna nuova dell'nverno dopo l’equinozio invernale, in altre parole il primo giorno di primavera.

Nell'antica babilonia, I festeggiamenti per il nuovo anno duravano addirittura 11 giorni. Ogni giorno aveva un suo rituale celebrativo ed era molto scenografico, coinvolgente, molto più esuberante dei nostri attuali.

Gli antichi romani ad esempio, avevano fissato l’inizio del nuovo anno a Marzo, ma il loro calendario cambiava in base all'imperatore, quindi, non era più sincronizzato con il sole.

Per ovviare a queste problematiche, il Senato, nel 153...

LEGGI TUTTO







AgriturismieVacanze è prodotto dalla Enetwork srl - tutti i diritti sono riservati - copyright © 2012 - p.iva 03370150546 - capitale sociale 10.000€ i.v. - Condizioni di utilizzo